Chef Nigella Lawson aggredita: diffidato il marito, lei lascia la casa

Londra (Regno Unito), 18 giu. (LaPresse/AP) - Il marito della chef e conduttrice tv Nigella Lawson è stato diffidato ufficialmente per aver aggredito la moglie in un ristorante a Londra. La diffida è scattata dopo che un giornale ha pubblicato le foto di Charles Saatchi con le mani intorno al collo della moglie. La polizia metropolitana londinese ha confermato che stava indagando su un uomo di 70 anni ammonito per aggressione in seguito a un'idagine partita dalle foto pubblicate sul Sunday People. Il collezionista d'arte ha detto ieri al quotidiano londinese 'Evening standard' che le foto travisano un "battibecco scherzoso". Nell'editoriale inoltre il marito della chef televisiva ha aggiunto che si tratta di "immagini orribili che danno un'impressione molto più drastica e violenta di ciò che è avvenuto". Intanto Nigella, come riferito dal suo portavoce Mark Hutchinson, avrebbe lasciato la casa di famiglia insieme con i suoi figli.

Il marito collezionista d'arte ha scritto: "Circa una settimana fa eravamo seduti fuori da un ristorante e stavano discutendo in modo acceso sui bambini. Ho tenuto il collo di Nigella più volte mentre sottolineavo il mio punto di vista. Non c'è stata una 'stretta'". Poi Saatchi descrive i momenti seguenti: "Eravamo a casa ma i paparazzi stavano appostati fuori, così ho detto a Nigella di prendere i bambini e andare fuori". Saatchi e la Lawson sono sposati dal 2003 e vivono a Londra con i due figli che Nigella ha avuto dal matrimonio con il giornalista John Diamond, morto di cancro nel 2001, e la figlia di Saatchi avuta dal precedente matrimonio. La Lawson ha 53 anni e ha ottenuto la fama con il best seller del 1998 'How to eat' e il successivo 'Delizie divine (come diventare una dea in cucina)' del 2000. Conduttrice di programmi culinari in tv tra i quali 'Taste' dell'Abc.

In Italia è nota soprattutto per la trasmissione 'Nigellissima' in cui spiega al pubblico come creare piatti sofisticati della cucina italiana in poco tempo. Saatchi invece è il co-fondatore dell'agenzia pubblicitaria Saatchi & Saatchi e possiede una delle più grandi gallerie d'arte private di Londra. E' stato il sostenitore principale del movimento dei giovani artisti britannici degli anni Novanta (Young British Artists movement) e ha reso noti Damien Hirst e Tracey Emin.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata