Charlie Sheen: Da 'Due uomini e mezzo' mi sarei licenziato da solo

New York (New York, Usa), 16 set. (LaPresse/AP) - Charlie Sheen, l'ex star di 'Due uomini e mezzo', ospite ieri sera al programma televisivo di Jay Leno 'Tonight show', ha rivelato di aver sepolto l'ascia di guerra. Durante l'intervista, è sembrato molto indulgente nei confronti del suo vecchio posto di lavoro. Alla domanda se è ancora arrabbiato con i produttori della sitcom e della rete, Shenn ha risposto: "No. Avrei fatto lo stesso se fossi stato nei loro panni", aggiungendo poi con una risata "beh, forse non nello stesso modo". Charlie è stato buttato fuori dalla serie lo scorso marzo dopo che l'attore si è scagliato contro il suo capo. E' stato licenziato per il suo comportamento imprevedibile, al pari di un drogato e di un pericoloso playboy. "E' stato brutto", ha commentato Shenn ricordando lo scontro: "Ho la mia colpa e ora voglio solo rimettere le cose a posto". Nel corso dell'intervista con Jay Leno, Sheen ha raccontato di non aver più avuto nessun contatto con gli altri membri del cast, ma nonostante tutto non serba alcuna animosità verso di loro. Anche il rapporto, sempre molto conflittuale, con il padre, Martin Sheen, è tornato a posto: "Siamo di nuovo amici". Lunedì la commedia della Cbs torna in onda per una nuova stagione in cui Ashton Kutcher sostituirà Sheen. "Rendimi orgoglioso, amico", ha detto Charlie, sportivamente, senza rancore verso il collega che prende il suo ruolo nella sitcom.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata