Cannes, Steven Spielberg presidente di giuria del festival

Cannes (Francia), 28 feb. (LaPresse/AP) - Steven Spielberg sarà presidente della giuria del festival di Cannes di quest'anno. Gilles Jacob, presidente del festival, ha manifestato la sua soddisfazione per essere riuscito a portare il famoso regista americano a capo della giuria del concorso. Spielberg era sempre impegnato e nonostante un lungo corteggiamento non riusciva mai ad essere disponibile, questa volta però è stato lui ha prendere i contatti per presiedere alla giuria del concorso. "Quando quest'anno mi è stato detto 'E.T. telefono casa' ho immediatamente capito e ho subito risposto 'Finalmente'", ha raccontato Jacob in una nota pubblicata sul sito web del festival oggi. Steven Spielberg, che è stato candidato a 12 statuette con il suo ultimo film 'Lincoln' ma senza vincere l'Oscar per la regia, prende le redini dell'italiano Nanni Moretti. Il festival avrà luogo nella città sul Mediterraneo dal 15 al 26 maggio.

La presenza di Steven Spielberg probabilmente darà un sapore più americano al festival di Cannes di quest'anno, con un mix tra il cinema intellettuale e il glamour di Hollywood. I presidenti della giuria del concorso nella lunga storia del festival includono figure come Tennessee Williams, Ingrid Bergman, Roman Polanski e Francis Ford Coppola. Spielberg ha avuto molti film presentati a Cannes ed 'E.T' ha avuto la sua prima mondiale nel 1982. La sua prima pellicola 'Sugarland Express' ha vinto la migliore sceneggiatura a Cannes nel 1974.

"E' un onore e un privilegio presiedere la giuria di un festival che dimostra, ancora una volta, che il cinema è la lingua del mondo". Queste le parole di Spielberg riportate in una dichiarazione diffusa dagli organizzatori del festival di Cannes. "Uno dei più prestigiosi del suo genere, il festival ha sempre confermato il cinema come mezzo interculturale e generazionale". Lo scorso anno al festival di Cannes, Michael Haneke ha vinto il primo premio con il suo film sulla morte e sull'amore 'Amour'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata