Cannes, premiere di 'Captives'. In sala Ryan Reynolds

Cannes (Francia), 17 mag. (LaPresse/AP) - Qualche fischio e qualche applauso per 'Captives' a Cannes. Thriller dal ritmo incalzante, il lungometraggio racconta le vicende di una organizzazione pedopornografica e in particolare il sequestro di una bimba, sparita nel nulla, e del dolore dei genitori che la cercano ovunque. Genitori che a loro volta sono spiati dai rapitori su internet.

Il protagonista, l'attore canadese di origine irlandese Ryan Reynolds è stato raggiunto dalla moglie Blake Lively a Cannes per la premiere. Elegantissimi entrambi e molto classici, lui ha scelto un farfallino bianco su una camicia di pizzo e lei un rigido abito scuro senza spalle, aperto su un generoso decoltè, incoronato da una collana di brillanti.

Il regista, il canadese Atom Egoyan, si presenta a Cannes a competere per palma d'oro per la sesta volta. Nel 1997 vinse il gran premio della giuria con 'Il dolce domani'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata