Cameron Diaz: Per la prima volta nuda in film, finalmente a mio agio

Milano, 23 lug. (LaPresse) - "Imbarazzi nel mostrarmi tutta nuda in un film? È la prima volta, ma non ne ho avuti, perché sono totalmente a mio agio con il mio corpo". Cameron Diaz rivela in un'intervista esclusiva al settimanale Oggi, in edicola (anche su www.oggi.it), di aver avuto in passato un cattivo rapporto con se stessa. "In realtà, non sono sempre stata felice con il mio corpo. A scuola ero lunga e magra. Ogni giorno c'era qualcuno che mi prendeva in giro con soprannomi come 'chiodo' o 'attaccapanni', che mi facevano male, mi confondevano".

La svolta è stata "Quando ho girato 'Charlie's Angels', a 27 anni" racconta. "Ho dovuto imparare il kung fu. Per tre mesi, otto ore, sette giorni a settimana. Ho visto il mio corpo cambiare, l'ho sentito più potente, potevo fargli fare qualsiasi cosa. Ero totalmente affascinata, ma mi sono anche resa conto di quanto fossi ignorante. Non sapevo nulla sul mio corpo. Da allora mi sono documentata per scoprire tutto di questa macchina meravigliosa, che alla fine è lo strumento più straordinario che abbiamo dalla vita".

Nel film 'Sex tape-finiti in rete', la 42enne Diaz è una donna sposata da 14 anni e con poco tempo per l'intimità che si concede una notte a tutto sesso con il marito (Jason Segel, Marshall di 'E alla fine arriva mamma')), con seguito di esilaranti complicazioni. "Speriamo che questo film aiuti i matrimoni in pericolo per lo stress" dice l'attrice. Un manuale contro la noia del matrimonio? "No - afferma Cameron Diaz - se c'è noia suggerisco il divorzio. Qui c'è ancora l'amore".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata