Bruce Willis torna al cinema con 'Die hard' in Italia dal 14 febbraio

Londra (Regno Unito), 8 feb. (LaPresse/AP) - Bruce Willis torna al cinema come il poliziotto John McClane nell'ultimo capitolo della saga 'Die hard'. Il quinto film della fortunata serie del grande schermo dal titolo 'Die hard - Un buon giorno per morire' vede Willis nei panni del poliziotto McClane che per la prima volta si trova a fronteggiare i nemici in terra straniera. John parte per la Russia per tirare fuori di prigione il figlio, Jack, interpretato da Jai Courtney, ma le autorità locali sono ben poco disponibili al dialogo. Durante il suo soggiorno a Mosca scopre che dietro l'arresto del figlio si nasconde un piano terroristico.

Nonostante siano passati quasi 25 anni da quando il primo 'Die Hard' è uscito nelle sale cinematografiche, Willis non mostra segni di cedimento. "Forse vivrò fino a cent'anni per far saltare le ultime rocce sulla terra", ha detto Bruce, 57 anni, scherzando mentre attraversava il tappeto rosso per la prima a Londra ieri sera. Un film che non deve essere preso troppo sul serio dal pubblico, ha sottolineato Willis, "si è pensato di fare qualcosa di divertente, di movimentarlo, ma è sempre più difficile pensare a che cosa fare o dove andare per far 'saltare in aria qualcosa'. E' un po' come girare sulle montagne russe".

Il regista John Moore ha confessato di essere sempre stato un fan di 'Die hard' e ha promese che gli ammiratori dei precedenti film della saga non resteranno delusi. "Siamo tutti fan fedeli della serie e questo ultimo arriva direttamente dal cuore dei suoi sostenitori". La saga cinematografica è iniziata nel 1988 con 'Trappola di cristallo', proseguita con '58 minuti per morire - Die harder' (1990), poi con 'Die Hard - Duri a morire' (1995) e con 'Die hard - Vivere o morire' (2007). Il 14 febbraio 'Un buon giorno per morire' uscirà nelle sale italiane.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata