Briatore in procura a Torino, comprò un Rotella forse falso

Torino, 18 ott. (LaPresse) - Sorpresa questa mattina nei corridoi della procura di Torino. Negli uffici del pm Giuseppe Ferrando si è presentato Flavio Briatore. Il noto imprenditore avrebbe comprato, mesi fa, una partita di quadri ma uno di questi risulterebbe falso. L'intermediario della vendita è un torinese attualmente indagato. Briatore aveva pagato l'opera circa 30mila euro. La magistratura torinese lo ha quindi convocato per fare luce sull'inchiesta.

All'uscita dalla procura Briatore si è fermato a parlare con i giornalisti. "Spero che il quadro risulti vero" ha detto. A chi gli ha chiesto se è parte lesa nell'inchiesta, lui ha risposto: "Eh si, povero me".

L'opera che Briatore comprò e che probabilmente è falsa si chiama 'Whise 1962' e sarebbe, se autentica, di Mimmo Rotella, pittore contemporaneo morto nel 2006. l'imprenditore si è presentato oggi in procura portando con sé il quadro, dopo averla portata via dalla sua casa di Montecarlo. La procura indaga su una trentina di quadri, tutti acquistati da Briatore e tutti presumibilmente di Mimmo Rotella, provenienti dalla galleria d'arte milanese J-Z di Jonathan Zebina', giocatore di calcio del Brest in Francia. La vendita però è avvenuta attraverso un intermediario torinese. Anche delle altre opere verrà verificata l'autenticità. Il pm si servirà della collaborazione degli esperti della fondazione di Mimmo Rotella.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata