Bodyguard di Chris Brown condannato per aggressione

Washington (Usa), 21 apr. (LaPresse/AP) - Il bodyguard di Chris Brown è stato condannato del reato di aggressione, lo stesso per cui è imputato il rapper. Il giudice Patricia Wynn ha condannato la guardia del corpo di Brown, Christopher Hollosoy, per aver picchiato un uomo, rompendogli il naso, davanti a un hotel di Washington. Il processo a carico di Brown con la stessa accusa sarà il prossimo caso a venire giudicato.

Hollosy ha detto di aver colpito l'uomo perché stava cercando di introdursi sul bus del rapper. L'uomo, invece, riporta una versione differente e sostiene di essere stato malmenato per essersi avvicinato al rapper mentre stava posando in una foto con due ragazze. Brown, dal canto suo, si dichiara innocente e dice di non aver colpito l'uomo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata