Bobby Brown: Preoccupato per voci su dipendenza di mia figlia

Los Angeles (California, Usa), 4 mag. (LaPresse/AP) - A quasi tre mesi dalla morte di Whitney Houston, Bobby Brown parla in pubblico per la prima volta per difendersi dalle voci che lo indicano come la causa principale della tossicodipendenza della grande cantante. La Houston è morta a febbraio in un hotel di Beverly Hills. L'ex marito della star, intervistato al 'Today Show' in onda sulla Nbc, ha detto: "Cosa penso di tutte queste acccuse? Che sono terribili e mi fanno stare male, ma io conosco la verità". Brown ha poi specificato che è sempre stato molto preoccupato per il presunto uso di droghe anche da parte di sua figlia, Bobbi Kristina, ma ha detto che ora è certo che la ragazza non abbia alcun problema di questo genere. Ha poi parlato del giorno del funerale dicendo che ha preferito arrivare, baciare la bara e poi andarsene, senza attendere la fine del funerale come invece aveva pensato in origine.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata