Blake Lively ottiene ordine restrittivo contro uomo che la perseguita

Los Angeles (California, Usa), 15 feb. (LaPresse) - Blake Lively ha ottenuto un ordine restrittivo contro il suo presunto molestatore Sergei Mifle, dopo aver detto di temere per la sua incolumità e per quella di sua madre. Infatti, l'attrice di 'Gossip girl' ha riferito di aver visto l'uomo intorno al set del suo show e che precedentemente aveva anche contattato la madre, Elaine. L'ordine concesso alla giovane attrice vieta all'uomo di avvicinarsi oltre i 100 metri. Nella foto allegata alla petizione di Blake si vede, riferisce 'Tmz', un uomo con un naso prominente, che indossa un berretto da baseball, una polo e un cappotto. Nella richiesta fatta da Blake si legge che teme per la sua sicurezza e quella di sua madre. "Un comportamento molesto e imbarazzante che è andato intensificandosi dal 1 febbraio, provocando a Lively e a sua madre un significativo disagio e ansia", si legge nei documenti presentati dall'attrice. Secondo il sito web, l'uomo sosterrebbe di avere una connessione 'metafisica' con la 24enne. L'udienza è stabilita per il 2 marzo. Blake Lively non è la sola star ad aver avuto bisogno di un ordine restrittivo per stalking, anche Halle Berry e Kirsten Dunst hanno intrapreso medesime azioni legali contro degli uomini che le hanno importunate.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata