Beyoncé e Jay-Z a Cuba, Washington: Autorizzati da motivi culturali

Washington (Usa), 10 apr. (LaPresse/AP) - Uno scambio culturale: sarebbe questo, secondo le autorità americane, il motivo che ha permesso a Beyoncé e al marito Jay Z di trascorrere qualche giorno all'Avana come due normali turisti. A causa dell'embargo, infatti, i cittadini americani non sono autorizzati ad entrare a Cuba, a meno che non venga concessa loro una speciale licenza per motivi religiosi, accademici, giornalistici o - appunto - culturali. E, a quanto pare, quest'ultimo è stato proprio il caso della coppia. Il loro viaggio è salito agli onori della cronaca dopo che due parlamentari repubblicani hanno chiesto all'Office of Foreign Assets Control di spiegare il motivo per cui Beyoncé e il marito si trovavano a Cuba. Dopo un iniziale imbarazzo istituzionale è arrivata la risposta: ai due artisti, che hanno festeggiato sull'isola il quinto anniversario di matrimonio, è stato concesso un permesso chiamato 'people-to-people', una sorta di scambio alla pari per favorire le relazioni tra cittadini americani e cubani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata