Ben Affleck e il suo 'Argo' sbancano i Golden Globe, 'Lincoln' battuto

Los Angeles (California, Usa), 14 gen. (LaPresse/AP) - 'Argo' vince i due premi più pesanti dei Golden Globes 2013. Il thriller che racconta l'operazione segreta di Stati Uniti e Canada per salvare un gruppo di ostaggi in Iran tra 1979, si è infatti aggiudicato il premio quale miglior film drammatico, mentre a Ben Affleck è andato quello per miglior regista. Un premio che già sa che non riuscirà a bissare la notte degli Oscar il 24 febbraio, non essendo nemmeno candidato. Tra i protagonisti della serata dei Golden Globe anche Bill Clinton cui è stata tributata una standing ovation subito dopo aver presentato 'Lincoln'. A condurre la serata la coppia Amy Poehler e Tina Fey, che hanno sapientemente mixato fascino, irriverenza e devirtimento.

Tre premi per 'Les Misérables', miglior musical e riconoscimenti a Hugh Jackman, miglio attore di musical o commedia, e Anne Hathaway come attrice non protagonista. 'Lincoln' si presentava con sette nomination, ma ha vinto solo un premio, per il miglior attore andato a Daniel Day-Lewis, ma potrà rifarsi agli Oscar dove si presenterà con ben 12 nomination: Spielberg alla regia, Day-Lewis e la co-protagonista Sally Field, tutti in corsa per un possibile terzo Oscar. Jessica Chastain ha vinto il Globe per attrice per la sua interpretazione di un agente della Cia che ossessivamente insegue Bin Laden in 'Zero Dark Thirty' star. Jennifer Lawrence ha vinto come migliore attrice di musical o commedia per il romantico 'Silver Linings Playbook' (in Italia uscirà come 'Il lato positivo'), Christoph Waltz ha vinto come attore non protagonista per 'Django Unchained' di Tarantino.

Tornando a Clinton, l'ex presidente ha messo in secondo piano l'élite di Hollywood con un'apparizione a sorpresa per introdurre `Lincoln'. Lo sforzo di Lincoln è stato "forgiato in un calderone di principi e compromessi" ha detto Clinton "questo film brillante ci mostra come lo ha fatto e ci fa sperare che possiamo farlo di nuovo". Quentin Tarantino ha vinto il premio per la sceneggiatura di 'Django Unchained', ed ha ringraziato il suo cast e anche il gruppo di amici a cui da sempre legge le sceneggiature per averne le reazioni.

L'austriaco Michael Haneke con 'Amour' ha vinto il Globe per film in lingua straniera. La pop star Adele ha vinto per la miglior canzone 'Skyfall'. Il premio per la colonna sonora è andato a Mychael Danna per 'Vita di Pi'. Miglior film d'animazione è stato 'Brave - Ribelle': con la favola scozzese la Pixar ottiene il sesto Globo in sette anni, ovvero da quando è stata aggiunta la categoria.

Tra i vincitori anche Julianne Moore, premiata per il ruolo di Sarah Palin in 'Game Change' che è stata anche scelta come miglior miniserie o film TV. Miglior attore in una miniserie o film Kevin Costner per 'Hatfields e McCoys'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata