Australia paga 22 mln dollari per rifare 'Ventimila leghe sotto i mari'

Canberra (Australia), 2 apr. (LaPresse/AP) - L'Australia pagherà 22 milioni 600mila dollari affinché il nuovo film 'Ventimila leghe sotto i mari' venga realizzato nel Paese. La Walt Disney Studios ha rivelato oggi che girerà una nuova versione cinematografica del romanzo di Jules Verne in Australia, dopo che il paese ha accettato di pagare l'ingente somma per effettuare lì le riprese. L'incentivo è il più grande mai pagato dal governo australiano per portare nella nazione una produzione hollywoodiana. Sarà David Fincher, regista di 'Uomini che odiano le donne' e 'The social network', a dirigere il nuovo adattamento per il cinema di Verne, come rivelato oggi dalla portavoce della Disney, Alannah Hall-Smith.

"Nessuna decisione sul casting è già stata presa" ha aggiunto precisando che anche il calendario riprese e le location non sono state ancora stabilite. Per il Daily Telegraph di Sydney i produttori stanno trattando con Brad Pitt che ha già recitato con Fincher in 'Fight club'. La storia racconta del capitano Nemo e del sottomarino Nautilus. Il romanzo di Verne è stato già trasformato in un film nel 1954 con Kirk Douglas nei panni di Ned Land e James Mason come il capitano Nemo.

L'annuncio arriva dopo che le riprese di 'The Wolverine', con Hugh Jackman, si sono concluse a Sydney. Il governo ha pagato gli studi della Fox 12 milioni 500mila dollari. Il primo ministro australiano Julia Gillard ha detto che 'The Wolverine' ha creato più di 1750 posti di lavoro, ingaggiando più di mille aziende australiane e ha generato in Australia oltre 80 milioni di investimenti. Le previsioni per 'Ventimila leghe sotto i mari' sono di circa 2mila posti di lavoro. Non si conosce ancora quanto l'incentivo rappresenti rispetto al film.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata