Arresto attore di Bollywood Sanjay Dutt sgomenta industria del cinema

New Delhi (India), 22 mar. (LaPresse/AP) - L'industria cinematografica indiana ha reagito con sgomento all'arresto dell'attore Sanjay Dutt, condannato a 5 anni di carcere dalla corte suprema per detenzione illegale di armi da fuoco, con ordine di carcerazione entro un mese. L'attore di Bollywood è stato ritenuto coinvolto nell'attentato del 1993 di Mumbai in cui furono uccise 257 persone ed è stato trovato in possesso di una pistola e tre fucili automatici che sarebbero stati usati dagli uomini implicati nell'attentato.

Le star di Bollywood e i registi questa mattina hanno manifestato con dei posti pubblicati su Twitter il loro sostegno per Dutt, dopo che il giudice della corte suprema lo ha condannato a cinque anni di carcere per possesso illegale di armi fornite dai boss criminali di Mumbai, responsabili dell'attacco terroristico. Gli attori Ranbir Kapoor e Vidya Balan sono stati i primi tra gli attori di Bollywood a fare visita a casa di Dutt. Gli analisti economici del settore hanno detto che la carcerazione di Dutt sarà un duro colpo finanziario per l'industria cinematografica.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata