Arrestata Felicity Huffman, star di 'Desperate Housewives': mazzette per fare entrare la figlia all'università

Tra le oltre 50 persone incriminate anche Lori Loughlin, attrice della sit-com 'Le amiche di mamma'

L'attrice Felicity Huffman, nota per la serie tv 'Desperate Housewives', è stata arrestata per aver pagato mazzette a prestigiose università per far avanzare la carriera accademica di sua figlia. Tra le oltre 50 persone incriminate anche Lori Loughlin, nel cast della sit-com 'Le amiche di mamma', e diversi direttori di imprese, finanzieri e fashion designer, tutti sospettati di aver violato le regole dei test d'ammissione o pagato mazzette per far entrare i figli negli atenei, tra cui Yale, Stanford, Georgetown e University of Southern California. Avrebbero pagato a una finta fondazione, gestita da William Rick Singer, ingenti somme perché i giovani superassero i test d'ammissione, nonché per versare mazzette agli amministratori delle università e agli allenatori delle squadre sportive perché scegliessero i loro figli, anche quando questi non erano qualificati.

 L'arresto di Felicity Huffman

Huffman e Loughlin sono tra i 33 genitori incriminati, a cui si aggiungono quattro persone accusate di aver gestito la truffa e 13 funzionari legati agli ambienti dello sport universitario e dei test d'ammissione. I pagamenti andavano dai 200mila dollari ai 6,5 milioni di dollari, secondo il procuratore di Boston Andrew Lelling: "I ricchi genitori hanno pagato a Singer circa 25milioni di dollari in totale". Nessuno degli studenti è stato incriminato e la maggior parte di loro continua a frequentare l'università, ha precisato. Le indagini, che sono durate circa un anno, non hanno portato ad accuse contro le università.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata