Anthony Hopkins: Lusingare la gente per vincere un Oscar è disgustoso

Los Angeles (California, Usa), 21 nov. (LaPresse) - Sir Anthony Hopkins è fermamente contrario a dover "lusingare" le persone nel tentativo di vincere un Oscar e pensa che il processo sia "disgustoso". L'attore 74enne, che ha vinto un Oscar nel 1991 per il thriller psicologico 'Il silenzio degli innocenti', ammette di non essere entusiasta all'idea di doversi fare pubblicità per ottenere una nomination per il suo nuovo film 'Hitchcock', perché va contro il suo modo di essere. "Sai, sono in giro da un po' - l'attore ha detto all'Huffington Post - e dover essere gentile con gli altri, essere affascinante e flirtare con loro ... oh, andiamo. La gente fa di tutto per adulare i membri che assegnano le candidature e penso che sia disgustoso. È sempre stato contro la mia natura".

"Sai - ha ribadito - baciare la parte posteriore delle autorità che possono portarti al successo o rovinarti, non lo posso sopportare. Lo trovo nauseante da guardare, penso che sia uno spettacolo disgustoso".

Anthony nel film interpreta il ruolo dell'iconico regista Alfred Hitchcock sul set di 'Psyco' nel 1959; con lui nel cast ci sono Helen Mirren (nel rulo della moglie Alma Reville) e Scarlett Johansson (Janet Leigh). L'attore ha ammesso che il make-up sia stato uno degli aspetti più delicati delle riprese. "Non è stato difficile di per sé - ha detto - ma abbiamo fatto circa quattro o cinque prove con la cinepresa per assicurarci che non ci fosse troppo trucco. Anche ottenere la voce giusta. Ho guardato moltissimi 'Alfred Hitchcock Presenta' in televisione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata