Angelina Jolie, il suo film 'Blood and honey' non è plagio

Los Angeles (California, Usa), 30 mar. (LaPresse/AP) - Angelina Jolie non ha rubato la storia del primo film da lei diretto, 'In the land of blood and honey', da un autore croato. Non si tratta di plagio: è stato dichiarato da un giudice federale ieri a Los Angeles che ha annullato così la causa legale in cui l'attrice veniva accusata di violazione del copyright. A dare la notizia è City News Service, il più vasto servizio di informazione regionale della California del sud.

Nel 2011 l'autore James Braddock ha citato in giudizio la Jolie e la casa cinematografica produttrice della pellicola dicendo che il film era in parte basato sul suo libro 'The soul shattering'. Il giudice Dolly M. Gee ha scritto in una prima sentenza che le trame, i personaggi e i temi delle due opere non sono sostanzialmente simili, anche se entrambe le storie trattano di guerra. Jolie ha scritto, diretto e co-prodotto il film. Braddock è stato invitato dalla corte di riferire perché la sua causa non dovrebbe essere respinta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata