Ang Lee: Modestia e disciplina chiavi del successo dei miei film

Tapei (Taiwan), 9 mag. (LaPresse/AP) - Modestia e disciplina: queste le chiavi del successo del regista Ang Lee, vincitore dell'Oscar 2013 come miglior regia. Parlando oggi ai giornalisti nella sua nativa Taiwan, Lee ha spiegato che si tratta di due requisiti indispensabili per catturare le culture straniere che spesso fanno da sfondo a molti dei suoi film più importanti. "Devo leggere tutto e guardare tutto" prima di dirigere film con temi diversi da quelli tipici cinesi, come 'Ragione e sentimento' che si svolge agli inizi del 19esimo secolo in Inghilterra o 'I segreti di Brokeback Mountain', una storia d'amore gay ambientata alla fine del 20esimo secolo, per cui ha vinto un Oscar sempre come miglior regia.

"Sono cresciuto qui fino ai 23 anni" ha detto il regista riferendosi alla nativa Taiwan. "Taiwan è una società molto aperta. Un'isola, quindi abbiamo molte influenze". Eppure riesce a rappresentare a fondo le altre culture che sono al centro di molti suoi film. Il prossimo progetto di Lee sarà une serie tv per Fox intitolata 'Tyrant' su una famiglia americana coinvolta nei focolai mediorientali. Si tratta di una nuova avventura per Ang e ne è entusiasta. "'Tyrant' è il primo tv pilota che ho letto" ha detto " non guardo la tv".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata