Amy Winehouse, Camden celebra il 30esimo compleanno della cantante

Londra (Regno Unito), 12 set. (LaPresse/AP) - Amy Winehouse visse e morì a nord di Londra, nella zona di Camden e nel mese in cui avrebbe dovuto compiere 30 anni (il 14 settembre) viene ricordata e celebrata con eventi e iniziative organizzati dalla Amy Winehouse Foundation. I graffiti con la sua immagine campeggiano sui muri di Camden Town e i suoi fan continuano ad affollare la zona per rendere omaggio alla cantante anche due anni dopo la sua morte, avvenuta a luglio 2011 per avvelenamento accidentale da alcol, a soli 27 anni. Winehouse ha debuttato nella musica suonando tra i pub e i club proprio di Camden town, così gli imprenditori locali si sono uniti per creare una serie di eventi che correranno in questo mese con lo scopo di raccogliere fondi per la Amy Winehouse Foundation, ente di beneficenza istituito dalla famiglia della cantante.

Oggi si apre la mostra presso la galleria d'arte Proud, dove verranno esposte molte fotografie di Amy, in gran parte scattate a Camden, ma anche dipinti, disegni e graffiti della piazza dove si trova la sua casa, che da quando morta è sempre stata coperta dai tributi dei suoi fan. "Camden significava tutto per Amy e Camden lo riconosce" ha detto il padre della ragazza, Mitch Winehouse ieri all'inaugurazione dei memoriale. Tra gli altri eventi, sarà aperto dal 26 al 30 settembre un negozio interamente dedicato a Amy, che avrà l'obiettivo di raccogliere fondi da destinare ai giovani per sostenerli nella musica e insegnare loro a evitare farmaci. Nel negozio si troverà il merchandise della cantante dei tour e dei dischi.

La statua di bronzo della cantante sarà eretta alla Roundhouse concert hall, dove si è esibita l'ultima volta. Camden è sempre stata sede di band emergenti e famose come i Coldplay, i Blur, i Madness, gli Oasis. Il sindaco di Camden, Jonathan Simpson, ha detto che la zona è considerata come la "capitale britannica del rock'n'roll". "Amy è sinonimo di Camden" ha aggiunto il sindaco. Eppure se Camden è stata la fortuna della cantante è sicuramente stata anche la sua rovina. Accanto alla vita notturna e musicale delle sue strada, resta una zona nota come luogo dove trovare e consumare droga. "La gente dice che Camden era il posto sbagliato per i problemi di Amy - ha detto Mitch - ma non era Camden di per sé il problema, erano le circostanze intorno a Amy. Lei amava questo posto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata