Amanda Seyfried: Io dalla Lovelace a Cosette, un angelo a luci rosse

Milano, 24 gen. (LaPresse) - "Ho girato 'Lovelace' appena prima di 'Les Misérables'. Dal sesso orale a un soave angelo virginale in pochi mesi". Amanda Seyfried, 27 anni, racconta a Io donna, in edicola sabato 26 gennaio, coma ha vissuto il passaggio dal musical candidato a otto Oscar, in cui interpreta l'innocente Cosette, al film, selezionato dal Sundance Film Festival e dalla Berlinale, sulla celebre pornostar americana dal tragico destino, Linda Lovelace. "Nessuno conosce davvero la storia di Linda, l'unica vera diva del cinema porno mai esistita, una donna che nella vita è passata dal peccato alla redenzione. Una che diceva: 'Praticamente tutto quello che avete pensato di me non è vero'", dice Amanda.

All'intervista con Io donna Amanda si è presentata con il fedele cane al seguito: "Non è per difesa. Finn è un pastore australiano, non un rottweiler. Ed è sempre con me, anche sul set. Quando sto girando un film, Finn capisce al volo che non deve entrare in campo. Credo ormai sappia che cos'è il ciak". Incontrato mentre stava girando 'Big Love', la serie tv in cui Seyfried interpreta la figlia in una famiglia mormone dove si pratica la poligamia, Finn è diventato per l'attrice "la mia metà. Questo mondo è così popolato e noi viviamo così tanto a lungo che finiamo per incontrare un mucchio di gente. E pensiamo di sperimentare la passione forse un po' troppo spesso. A me da un pezzo è passata la voglia di avere relazioni con esseri umani. Ogni volta che vieni visto in giro con qualcuno comincia una specie di fiction. È tutto così noioso e frustrante. Soprattutto per l'altra persona più che per me. Mi è dispiaciuto per loro in passato (Seyfried è stata legata ai colleghi Ryan Philippe e Dominic Cooper, ndr). Quindi non esco più con nessuno".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata