Alec Baldwin fuori da programma tv Usa dopo insulti anti-gay

New York (New York, Usa), 27 nov. (LaPresse/AP) - Il talk show televisivo condotto da Alec Baldwin giunge al termine dopo l'iniziale sospensione di due settimane, per via di espressioni anti-gay che l'attore ha adottato nello scontro con un un fotografo a New York. Ad annunciarlo è il canale tv statunitense Msnbc che in una nota spiega che si tratta di una "separazione voluta da entrambe le parti, auguriamo ad Alec tutto il meglio possibile". Lo show tv 'Up late with Alec Baldwin' è andato in onda solo cinque volte. I prime tre episodi sono stati seguiti da più di mezzo milione di spettatori mentre gli ultimi hanno ragguinto solo 400mila spettatori.

L'ex star vincitore di un Emmy per '30 Rock' ha perso la calma per strada a New York City ed è stato immortalato in un video in cui si sente che pronuncia insulti contro i gay. Ha espresso su Twitter le sue scuse spiegando che non era sua intenzione offendere gli omosessuali. Anche sul sito della Msnbc si sono lette le scuse di Baldwin: "Non intendevo offendere o ferire nessuno con la mia scelta di parole ma chiaramente l'ho fatto e per questo sono profondamente dispiaciuto".

Poi ha aggiunto che le sue azioni sono scattate per proteggere la sua famiglia da un fotografo ma ha anche riconosciuto di essere stato eccessivo e di aver usato parole inaccettabili in quanto danneggiano "i diritti faticosamente raggiunti che io per primo ho sostenuto con forza". Lo stesso giorno Baldwin è stato sospeso dal programma per due settimane, lo show avrebbe dovuto riprendere questo venerdì, ma in seguito alla nuova decisione non rientrerà negli studi televisivi per condurre un'altra puntata.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata