Aggredì un uomo a Washington, posticipato il processo a Chris Brown

Washington (Usa), 21 apr. (LaPresse/AP) - E' slittato alla fine di questa settimana il verdetto sul rapper Chris Brown, accusato di aver aggredito un uomo a Washington. Il giudice, infatti, ha posticipato l'inizio del processo a mercoledì per permettere agli avvocati della difesa di lavorare su alcune testimonianze della guardia del corpo della star, Chris Hollosy. Diverso il verdetto, invece, per il bodyguard, che oggi è stato condannato per la stessa accusa di aggressione. I difensori del cantante vorrebbero che Hollosy testimoniasse ma l'uomo sta preparando il ricorso.

Entrambi sono stati accusati di aver preso a pugni un uomo davanti a un hotel della capitale nel mese di ottobre. Il bodyguard ha detto di aver colpito l'uomo perché stava cercando di introdursi sul bus del rapper. Dal canto suo, l'uomo riporta una storia diversa, sostenendo di essere stato picchiato per essersi avvicinato al rapper mentre stava posando per una foto con due ragazze. I documenti ricevuti dal tribunale confermano la frattura del setto nasale per l'uomo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata