Abrams rimpiange di non girare 'Star Wars: Episodio VIII'

Los Angeles (California, Usa), 24 dic. (LaPresse) - Dopo gli elogi ricevuti a livello planetario per 'Star Wars: Il risveglio della forza', pare che il regista e sceneggiatore J.J. Abrams abbia iniziato a rimpiangere di non aver firmato per dirigere anche il prossimo 'Episodio VIII'. Un suo caro amico, Greg Grunberg - che ha anche il ruolo minore nell'Episodio VII del combattente Snap Wexley - ha raccontato che Abrams ha letto la sceneggiatura del prossimo capitolo della saga e ha esclamato qualcosa di molto insolito per lui. "Ha detto qualcosa che non dice mai - ha riferito Grunberg al Washington Post - ha detto 'È così buona che vorrei star facendolo io'. Può aver detto qualcosa di simile di Damon Lindelof riguardo a 'Lost', ma non gli ho mai sentito esprimere rammarico in questo modo".

L'uomo dietro l'ottavo episodio di Star Wars, la cui uscita è prevista per il 26 maggio 2017, come regista e sceneggiatore sarà Rian Johnson, che in passato ha diretto tra gli altri 'Looper' e 'Brick - Dose mortale'. Abrams, che in precedenza ha diretto i due ultimi film di Star Trek e l'acclamata serie televisiva 'Lost', sarà comunque produttore esecutivo del nuovo Guerre Stellari, ma sembra quindi che sia dispiaciuto di aver deciso di lasciarsi sfuggire l'opportunità di dirigerlo lui stesso.

Un altro significativo appoggio per il prossimo 'Episodio VIII' arriva da Daisy Ridley, che interpreta ne 'Il risveglio della forza' l'eroina Rey. La giovane attrice ha detto a Variety che la nuova sceneggiatura è "molto buona". Nel frattempo, l'attuale Star Wars riceve consensi da critici e fan della saga e sta battendo ogni record ai botteghini di tutto il mondo, a partire dai 529 milioni di dollari incassati globalmente nel weekend di esordio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata