A Sanremo trionfa Marco Mengoni. Battuti Elio e i Modà

Sanremo (Imperia), 17 feb. (LaPresse) - Con il brano 'L'essenziale', Marco Mengoni ha trionfato nel 63esimo Festival di Sanremo. Vincitore designato sin dalla prima sera, Mengoni ha dominato il palco dell'Ariston da subito martedì 12 febbraio, quando per la prima esibizione ha portato sul palco 'Bellissimo' e 'L'essenziale'.

Primo anche sin dall'uscita nella classifica provvisoria data dal televoto giovedì sera, star sui social network dove è stato il più gettonato in questi giorni, il cantante laziale, classe 1988, già vincitore della terza edizione di 'X Factor', ha battuto nella finale a Elio e le storie tese, giunti secondi, e i Modà. Mengoni è stato inoltre scelto per rappresentare l'Italia ai prossimo Eurovision Song Contest.

"Dedico la vittoria a tutte le persone che mi hanno sostenuto e continuano a sostenermi. La dedico a Luigi Tengo, alla mia crew che è nuova. Sono contento, mi sembra di essere un po' cresciuto", ha commentato il cantante visibilmente emozionato dopo la vittoria, ringraziando con la voce rotta l'organizzazione. Proprio ieri, nella serata dedicata alla storia di Sanremo, Mengoni si è esibito su 'Ciao amore ciao', ultima canzone portata dal cantautore al Festival nel 1967, prima del tragico suicidio. Questo brano, ha spiegato il giovane cantante in conferenza stampa, "mi fa pensare alla libertà che non è stata data a Luigi Tenco e mi ha commosso, mi è entrata dentro quando l'ho sentita, e di solito quando mi accadono queste cose devo seguirle".

Soddisfatti anche gli altri finalisti. Elio, comparso insieme agli altri componenti del gruppo con una sorta di impalcatura extralarge, spiega che sono state necessarie "quattro ore di trucco, di strucco almeno un'ora e mezza". Il gruppo si è aggiudicato anche il premio della Critica 'Mia Martini' per la categoria Big e quello per il miglior arrangiamento e quello della sala stampa Radio-tv-web intitolato a Lucio Dalla. Contenti per il terzo posto i Modà. "Questo terzo posto lo dedico ai fan, a mia figlia dedico la mia vita", ha commentato il leader del gruppo Kekko, al secolo Francesco Silvestre.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata