A Central Park concerto contro povertà con Neil Young e Black Keys

New York (New York, Usa), 29 set. (LaPresse/AP) - È attesa la partecipazione di oltre 60mila persone al concerto gratuito che si terrà stasera a Central Park a New York e nel quale si esibiranno tra gli altri anche Neil Young, i Black Keys e i Foo Fighters. Il concerto, soprannominato Global Citizen Festival, è stato programmato in coincidenza con la riunione dell'Assemblea generale delle Nazioni unite e l'obiettivo è di attirare l'attenzione sulla povertà nel mondo. Per la distribuzione dei biglietti, infatti, gli organizzatori hanno sperimentato una modalità innovativa che obbligava i partecipanti a informarsi su problemi di portata globale come poliomielite, malaria, mortalità infantile e acqua potabile.

Chiunque volesse procurarsi i biglietti gratuiti doveva registrarsi sul sito globalcitizen.org, che richiedeva agli utenti di guardare video o leggere informazioni su argomenti legati alla povertà. Più materiale veniva visualizzato, più punti raccoglievano gli aspiranti spettatori per ottenere i biglietti. Inoltre era possibile guadagnare punti condividendo questo tipo di informazioni su Twitter o Facebook. "La nostra campagna sui social media campaign è andata oltre gli standard", ha spiegato Hugh Evans, ceo e co-fondatore del Global Poverty Project. Sul palco saliranno anche K'naan e il gruppo Band of Horses.

Gli organizzatori fanno sapere che oltre 71mila persone hanno effettuato la registrazione online e ci sono state 3,5 milioni di visualizzazioni di pagine del sito. In media ogni utente ha impiegato circa sei minuti leggendo i contenuti proposti o condividendo le informazioni. Su Facebook sono stati condivisi circa 200mila post e su Twitter qualcuno in più. Circa 170mila persone hanno firmato petizioni passando tramite il sito e ci sono state 98mila visualizzazioni complete di video.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata