'Touch me not' della regista romena Adina Pintilie vince l'Orso d'Oro 2018 a Berlino
La Berlinale parla al femminile. L'Italia, in gara con 'Figlia mia' di Laura Bispuri, con protagoniste Valeria Golino e Alba Rohrwacher, resta delusa

Dopo il caos molestie che ha travolto l'industria cinematografica mondiale, la berlinale parla al femminile. L'Orso d'oro della 68esima edizione del Festival del cinema di Berlino è andato, infatti, a 'Touch me not', della regista romena Adina Pintilie, un documentario sperimentale che esplora l'intimità sessuale e le paure che la circondano.

La regista, 38 anni, ritirando il premio ha detto che il lungometraggio aveva lo scopo di "invitare gli spettatori a confrontarsi" con il suo ritratto schietto del sesso, della disabilità e delle inibizioni.

Anche l'Orso d'argento Gran Premio della Giuria è andato a una donna, la polacca Malgorzata Szumowska per 'Mug'. La pellicola racconta la storia di un uomo che è evitato dalla sua comunità dopo essere stato sottoposto un trapianto di faccia in seguito ad un terribile incidente. "Questo film - ha detto la Szumowska - riflette i problemi non solo del mio Paese, ma dell'intera Europa".

Delusione per l'Italia, che era in gara con 'Figlia mia' di Laura Bispuri, con protagoniste Valeria Golino e Alba Rohrwacher. Per l'Italia solo uno dei premi minori, la menzione speciale nella sezione Generation Kplus, assegnata a 'Cena d'aragoste' di Gregorio Franchetti.

L'Orso d'argento per la miglior regia è andato a Wes Anderson per uno dei film più attesi del Festival: il lungometraggio d'animazione 'L'isola dei cani'. A ritirare il premio è salito Bill Murray, che ha prestato la voce a uno dei personaggi. Ritirando il premio ha scherzato: "Sono arrivato con i cani e riparto con un orso".

L'Orso d'argento Alfred Bauer è andato a Marcello Martinessi per 'Las Herederas'. Il premio come miglior attore se l'è aggiudicato Anthony Bajon per la performance in 'La priere' e quello per la migliore attrice Ana Brun per 'Las herederas'. La paraguayana, ritirando l'Orso, ha commentato: "Vorrei dedicare questo premio alle donne del mio Paese, che sono delle combattenti". 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata