'Amore criminale' riparte su Rai3 il 22 ottobre con Camila Raznovich

Roma, 20 ott. (LaPresse) - Prende il via dal 22 ottobre la trasmissione 'Amore criminale', un nuovo ciclo di 9 puntate, in seconda serata su Rai3, per raccontare le violenze e i crimini che avvengono in famiglia o comunque tra persone che hanno legami affettivi. A condurre per il quinto anno la trasmissione Camila Raznovich. Novità di questa edizonei l lancio di una 'campagna di sensibilizzazione' a cui hanno aderito, tra gli altri, la produttrice Rita Rusic, l'attrice Lunetta Savino e l'attore Vincenzo Salemme.

'Amore criminale' dalla sua nascita (2007) è una trasmissione dedicata al tema della violenza sulle donne. L'idea alla base del programma è nata dalla lettura di una ricerca dell'Eures-Ansa sul numero di donne vittime di violenza maschile. In Italia, infatti, ogni tre giorni una donna viene ammazzata dall'uomo che dice di amarla. In questi cinque anni 'Amore criminale' ha raccontato 60 storie di donne vittime della violenza maschile. Alcune di loro sono sopravvissute a tentati omicidi o a gravissimi episodi di sopraffazione e hanno deciso, attraverso la trasmissione, di raccontare la propria vicenda.

Da quest'anno, poi, 'Amore criminale' lancia una 'campagna di sensibilizzazione' contro la violenza sulle donne. Scopo della Campagna - realizzata con la collaborazione di Telefono Rosa e delle forze dell'ordine (Arma dei carabinieri e polizia di stato) - è quello di ricordare alle donne che ogni giorno subiscono violenze che il silenzio è il nemico peggiore, che ogni maltrattamento (fisico e psicologico) è un reato, che occorre chiedere aiuto ai Centri antiviolenza e denunciare le violenze subite alle forze dell'ordine.

I volti noti della produttrice Rita Rusic, dell'attrice Lunetta Savino e dell'attore Vincenzo Salemme hanno sostenuto il messaggio di denuncia della trasmissione, girando uno spot per ricordare a chi è vittima o testimone di un atto di violenza sulle donne che cercare aiuto si può e si deve, prima che stia troppo tardi. Questo è l'appello di 'Amore criminale'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata