L’attrice canadese, per ben 10 stagioni nella serie tv, ha raccontato la sua esperienza "traumatica"

sandra-oh

Sandra Oh

Ha recitato in “Grey’s Anatomy” per ben 10 stagioni, e il ruolo della dottoressa Cristina Yang le ha decisamente lasciato il segno. Lo ha confessato Sandra Oh che ha raccontato di aver avuto bisogno di un consulto medico mentre recitava nella serie di successo, giunta ormai alla 17/a stagione. L’attrice canadese, nel parlare a “Sunday Today”, ha raccontato la sua ascesa e il suo rapporto con il successo, spiegando di aver consultato un terapeuta per affrontare la sua esperienza “traumatica”.

Sandra Oh: difficile gestire la notorietà

“Ad essere onesti, è stato traumatico”, ha spiegato l’attrice canadese, riferendosi al suo rapporto con la notorietà. “Quando uno perde l’anonimato, deve sviluppare alcune abilità per cercare di restare reale. Sono passata dal non poter uscire al nascondermi nei ristoranti, al riuscire poi a gestire l’attenzione, gestire l’aspettativa, pur non perdendo il senso di me stessa”, ha aggiunto.

Nel 2013 Sandra Oh ha annunciato di voler lasciare la serie tv dopo la decima stagione, per dedicarsi a nuovi progetti lavorativi.

L’attrice diceva, così, addio al ruolo di Cristina Yang che le era valso alcune nomination agli Emmy e una vittoria al Golden Globe. “Ho lasciato quello spettacolo quasi sette anni fa. Quindi nella mia mente, è andato. Ma per molte persone, è ancora molto vivo. E mentre lo capisco e lo amo, sono andata avanti”, ha concluso.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Sandra Oh (@iamsandraohinsta)

Sandra Oh è stata protagonista, di recente, della serie di Netflix “The Chair. La direttrice”, disponibile sulla piattaforma dal 20 agosto. Nella mini serie di sei episodi l’attrice canadese interpreta una mamma single di 46 anni, prima donna ad assumere la guida di un dipartimento universitario. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata