Il commento alla camera ardente allestita in Campidoglio

“La sua era una rivoluzione con il sorriso, trattava certi temi con leggerezza e grande professionalità”. Così Vladimir Luxuria a proposito di Raffaella Carrà, durante la camera ardente allestita in Campidoglio. “Noi dicevamo tutti ‘Siamo tutti etero finché non parte la Carrà’ – spiega ironicamente – Con la sua energia positiva ci ha sempre ricaricati”. Carrà “è stata la colonna sonora di tutti i nostri Pride” spiega Luxuria, “si è sempre battuta contro le discriminazioni, ha sempre detto sono stata cresciuta da due donne, la mamma e la nonna, perché non possono essere cresciuti i bambini da persone dello stesso stesso”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: