Toronto (Canada, Usa), 15 set. (LaPresse/PA) – Dal red carpet di Venezia a quello di Toronto. Johnny Depp non si demoralizza dopo le forti critiche sul suo aspetto fisico ricevute in Italia e al Film Festival canadese appare rilassato e sorridente, per la presentazione di ‘Black Mass – L’ultimo gangster’ di Scott Cooper. Nel film ancora una volta emerge la capacità trasformista dell’attore che ha portato in scena personaggi come Willy Wonka in ‘La fabbrica di cioccolato’ o il Cappellaio Matto in ‘Alice in Wonderland’.

Qui Depp interpreta un gangster americano, negli anni Trenta informatore dell’FBI. Il regista stesso si è detto stupito per la capacità di Depp di passare dall’essere una persona “dolce e gentile” e un “personaggio diabolico”. Accanto all’attore – completamente rimesso a nuovo rispetto al tappeto rosso veneziano – ancora una volta c’è una donna bellissima, Dakota Johnson, la Anastasia Steele di ’50 sfumature di grigio’.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata