Los Angeles (California, Usa), 14 lug. (LaPresse/PA) – Dopo più di quattro decadi di film drammatici e thriller, Michael Douglas debutta come supereroe, grazie al consiglio di suo figlio Dylan, di 14 anni, che gli ha suggerito di accettare questo ruolo: “È stato un po’ come con il mio agente – ha affermato Douglas, ridendo, alla Press Association – ‘Non capisci papà, c’è un intero pubblico che non sa chi sei'” ha detto il 70enne due volte vincitore del premio Oscar. Douglas reciterà in ‘Ant-Man’ della Marvel, nel quale interpreterà il Dr. Hank Pym, l’inventore di una sostanza che permette alla gente di rimpicciolirsi mantenendo una forza super umana. Comprendendo il potenziale della scoperta e delle sue implicazioni nel caso finisse nelle mani sbagliate, decide di nasconderne la tecnologia, fino al momento in cui si troverà costretto a utilizzarla, trovando l’appoggio di Scott Lang, interpretato da Paul Rudd.

Douglas ha candidamente ammesso di aver dovuto googlare il nome dell’attore 46enne, il cui curriculum comprende quasi esclusivamente film comici: “Sto provando a fare qualcosa di diverso, non ho mai fatto un film con effetti speciali. Dannny DeVito e Jack Nicholson sono miei due vecchi amici ed ero geloso delle loro esperienze come Pinguino e Joker nei film di Batman, per cui sono stato molto contento quando mi hanno chiesto di prendere parte a questo film”. ‘Ant-man’ uscirà nei cinema americani il prossimo 17 luglio e in quelli italiani il 12 agosto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata