Los Angeles (California, Usa), 16 dic. (LaPresse) – I figli di Michael Jackson hanno avuto un’infanzia “appartata”. E’ quanto raccontato dagli stessi Prince Michael, 16 anni, Paris, 15 e Blanket, di 11, in un nuovo documentario dedicato al loro defunto padre intitolato ‘Remembering Michael’, nel quale hanno rivelato di non aver avuto la minima idea di quello che succedeva fuori dalle mura di Neverland, il ranch californiano creato appositamente per loro dal re del pop.

Nel film, realizzato dalla loro nonna Katherine Jackson, Paris ha ammesso: “Ci sono un sacco di persone cattive là fuori ma lui per noi ha sempre voluto una vita normale. Solo che non abbiamo lasciato il ranch molto spesso, abbiamo condotto una vita molto più appartata della maggior parte dei nostri coetanei”. Prince ha addirittura raccontato che fino all’età di sei anni non ha mai saputo il vero nome di suo padre, che lui semplicemente chiamava papà.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata