Torino, 20 giu. (LaPresse) – “Io non guardo la tv, sono anni che non l’accendo. Rispetto alla tv spagnola, che ha un lato gossipparo allucinante, in Italia usano le donne come oggetto in maniera spudorata. Qual è il senso delle due veline che ballano a ‘Striscia la Notizia’?” Questa la risposta di Vanessa Incontrada alla domanda: “Che cosa pensa della tv italiana?” in un’intervista su ‘La Stampa’. La conduttrice spagnola, finita l’esperienza di ‘Zelig’, ha deciso di allontanarsi per qualche tempo dal piccolo schermo, per passare alle piccole città, che sono tappa dello spettacolo teatrale di cui è protagonista l’attrice: Vanessa reciterà nel ‘Miles Gloriosus’ di Plauto, nel ruolo di Palestrione, il narratore della vicenda. “Nello spettacolo sarò un maschio, ma non mi travestirò da uomo: è come se non avessi sesso” ha spiegato la Incontrada.

A proposito di ruoli maschili e femminili, Vanessa se la prende proprio con il ruolo che, secondo lei, ricoprono le donne nella tv italiana, in primis le cosiddette ‘veline’ di ‘Striscia la notizia’: “Antonio Ricci dice che è un modo di fare ironia, a me non sembra. Sono due belle ragazze che fanno un ballettino, ma cosa vuol dire? I format sono sempre gli stessi e Striscia c’è anche in Spagna, però lì non vedi tutte queste ragazze. Per il varietà c’è un conduttore e basta. Non ne vedo l’utilità, e non è una questione di femminismo: non critico il ruolo né l’esibizionismo delle persone, nessuno può giudicare perché non sai mai cosa farai tu in futuro. Però così che razza di messaggio è…”.

Vanessa Incontrada è stata schietta, ma non si sono fatte attendere le risposte di ‘Libero’ e di ‘Studio Aperto’, che hanno prontamente mostrato alcune immagini della conduttrice spagnola ed ex modella con il seno scoperto. Il quotidiano ‘Libero’ scrive: “Prima di scoprire la sua innegabile verve comica, esplosa in tante edizioni di ‘Zelig’, Vanessa scopriva qualcos’altro. Il corpo. Qual era, per lei, il senso di spogliarsi e coprirsi maliziosamente il seno con le mani durante il casting Mediaset? Facile: cercare lavoro in televisione. Ha fatto anche scene di film in cui è apparsa seminuda, magari è una di quelle che considera, con la puzza sotto il naso, che spogliarsi al cinema è una forma d’arte. Precisiamo che le veline in carica non hanno mai mostrato mezzo topless”. Insomma, nessuno tocchi le veline.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata