Scuola, Azzolina: "La temperatura si misura a casa. Come fanno la famiglie povere? Credo che tutti abbiano un termometro"

La ministra dell'Istruzione in visita a Milano stupita dalla domanda di un giornalista

(LaPresse) - "Noi contiamo sulla responsabilità a casa delle famiglie. Se un bambino è già malato a casa e ha la febbre non abbiamo bisogno di mandarlo sull'autobus. Quindi la misurazione della temperatura va fatta a casa, poi ogni scuola nella sua autonomia può organizzarsi come crede". Lo ha detto la ministra dell'istruzione, Lucia Azzolina, a margine della sua visita all'istituto comprensivo Riccardo Massa di Milano. A chi le chiedeva come potranno fare le famiglie più povere che potrebbero non avere un termometro, la ministra ha replicato: "Abbiamo dato soldi alle scuole a sufficienza per fare anche questo laddove fosse necessario. Però credo che un termometro a casa ce l'abbiano quasi tutti se non tutti".