Inaugurazione anno scolastico a Vo', standing ovation per Mattarella: "Sfida decisiva per la ripartenza"
Inaugurazione anno scolastico a Vo', standing ovation per Mattarella: "Sfida decisiva per la ripartenza"

Il presidente della Repubblica al fianco della ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina e del governatore veneto Zaia

Sergio Mattarella ha inaugurato l'anno scolastico a Vo' Euganeo, nel Padovano, primo comune italiano ad essere dichiarato zona rossa durante i mesi più intensi della pandemia. "Un Paese non può dividersi sull’esigenza di sostenere e promuovere la sua scuola. Oggi la riapertura della scuola è una prova per la Repubblica. Per tutti. Nessuno escluso", ha detto il capo dello Stato nel suo intervento diretto agli alunni di tutta Italia ma soprattutto al mondo politico diviso in queste settimane dalle polemiche sul ritorno in aula. 

"Alla riapertura guarda in questi giorni tutto il Paese. A questo impegno è chiamata la Repubblica, in tutte le sue istituzioni statali, sono chiamate le Regioni, i Comuni: ciascuno ha una parte da svolgere di sua competenza", ha spiegato il presidente. "L'articolo 34 della Costituzione esordisce con le parole 'La scuola è aperta a tutti', a significare che la scuola, inclusiva e democratica, deve accogliere i bambini e i ragazzi senza discriminazioni, ma anche che ogni cittadino deve sentirsi partecipe e impegnato nei confronti della scuola", ha detto ancora Mattarella accolto al suo arrivo da una lunga standing ovation. Al suo fianco la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, anche lei giunta all'evento 'Tutti a scuola', organizzato nella scuola primaria 'Guido Negri' di Vo'. 

Poco prima, il Capo dello Stato e la ministra hanno visitato l'istituto e salutato i bambini. Nel parterre, oltre a diverse cariche politiche, civili e militari, anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e il ct della Nazionale di calcio, Roberto Mancini. La cerimonia è iniziata con l'inno di Mameli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata