Giornata di proteste, studenti in piazza in tutta Italia
Giornata di proteste, studenti in piazza in tutta Italia

A Milano va in scena il funerale della scuola pubblica, a Roma cori e fumogeni a Montecitorio

A pochi giorni dal rientro in classe, è una giornata di protesta per il mondo della scuola, quella di oggi. Studenti, insegnanti e anche alcuni genitori sono scesi in piazza in tante città d'Italia, chiedendo un ripartenza in sicurezza e denunciando le tante difficoltà della scuola alla ripresa dell'anno scolastico: dagli spazi nelle classi alla didattica a distanza, fino alla mancanza di docenti. A Milano diverse centinaia di studenti hanno inscenato, in piazza Cairoli, la morte della scuola pubblica con finte bare, mentre a Roma gli studenti si sono ritrovati sotto a Montecitorio con fumogeni chiedendo al governo di essere ascoltati.

"Chiediamo le dimissioni della ministra Azzolina. Siamo qua perché dopo mesi non hanno fatto nulla per mettere a posto la scuola, da anni in condizioni pietose e fatiscenti. Il coronavirus poteva essere un'occasione ma non è stato fatto nulla", hanno spiegato alcuni studenti, che stanno protestando anche davanti al palazzo del ministero dell'Istruzione, a Roma. "Noi siamo quelli che vivono la scuola, quelli che per tre mesi hanno fatto la didattica a distanza, che ha lasciato indietro gli studenti più fragili. E ora la scuola ricomincia in modo del tutto incerto e siamo mandati al macello. Chiediamo le dimissioni", ha dichiarato un rappresentante dell'organizzazione degli studenti 'Opposizione studentesca d'alternativa'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata