San Vittore, fumo dalle grate. I parenti: "Libertà"

La rivolta nel carcere milanese. I familiari: "Rischi per la salute"

(LaPresse) - I detenuti del carcere di San Vittore hanno tentato di sfondare le grate, sono saliti sul tetto e hanno appiccato incendi. La rivolta nel carcere milanese, come in altri peniteziari italiani, per i timori di contagi da coronavirus, e le restrizioni dovute all'epidemia con la sospensione dei colloqui con i familiari. I parenti dei carcerati chiedono un indulto o pene alternative e denunciano: "Non hanno mascherine e protezioni. Abbiamo voci di casi tenuti nascosti a Opera". La polizia penitenziaria si è attivata per far rientrare la sommossa.