Milano, la marea rosa Pittarosso Pink Parade: 5km per la prevenzione femminile
Milano, la marea rosa Pittarosso Pink Parade: 5km per la prevenzione femminile

La camminata a sostegno del progetto 'Pink is good' per la ricerca contro i tumori femminili della Fondazione Veronesi ha colorato di rosa le strade della città

Correre, camminare, sfilare, l'importante è essere presenti con entusiasmo per una buona causa. È l'aria che si è respirata alla Pittarosso Pink Parade, camminata a sostegno del progetto 'Pink is good' per la ricerca contro i tumori femminili della Fondazione Veronesi, che domenica 6 ottobre ha colorato di rosa le strade di Milano. Una marea pink di famiglie, bambini e persone di ogni età, ha invaso dal mattino le strade del capoluogo lombardo: "Questa sesta edizione è stato un record di presenze, abbiamo registrato oltre 16mila iscritti", ha annunciato Paolo Veronesi, presidente della Fondazione, con soddisfazione. "Lo scopo - ha precisato - è sempre lo stesso: promuovere la ricerca scientifica sui tumori femminili, principalmente quello alla mammella ma anche quelli ginecologici.

Fino adesso abbiamo sostenuto più di 150 ricercatori solo quest'anno grazie a iniziative come questa". Grande entusiasmo da parte del pubblico accorso da tutta Italia per partecipare alla 5 km benefica, con iscrizioni e donazioni interamente devolute alla Fondazione Veronesi: "Siamo partiti sei anni fa da poche migliaia di persone, quindi questo è un risultato importante. La camminata è accessibile da parte di tutti. Vogliamo diffondere il messaggio dell'importanza della prevenzione, sponsorizzare i corretti stili di vita, come fare attività fisica, e divulgare il messaggio dell'importanza della prevenzione anche secondaria, esami e diagnosi precoce che possono veramente fare la differenza e salvare la vita".

In testa al percorso, che si è snodato attorno al Castello Sforzesco, una Lancia Ypsilon in versione pink a guidare i partecipanti. Diverse le iniziative lanciate tra hashtag solidali e un progetto video, intitolato 'What a wonderful world', in cui diverse donne, le 'Pink Ambassadors', hanno raccontato le loro storie legate alla ricerca.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata