Medici anti-vaccini: arrivano i primi procedimenti disciplinari
I casi a Firenze e Treviso, mentre è allarme calo in tutte le Regioni

Sono scattati i primi procedimenti disciplinari per due dottori anti vaccinisti di Firenze e Treviso. L'iniziativa arriva a meno di tre mesi dal documento in cui si afferma che i medici che sconsigliano i vaccini vanno incontro a misure disciplinari fino alla radiazione. Secondo quanto si apprende dalla Federazione italiana dell'ordine dei medici, i camici bianchi 'segnalati' dai pazienti, sono stati ascoltati e "hanno sostenuto la posizione, antiscientifica, della pericolosità dei vaccini".

Intanto è ancora allarme per il numero sempre più alto di genitori che sceglie di non vaccinare i propri figli. Un andamento che si riscrontra in tutte le Regioni italiane. In particolare nel 2015 la media per le vaccinazioni contro poliomielite, tetano, difterite, epatite B, pertosse e Hib è stata del 93,4% (94,7%, 95,7%, 96,1% rispettivamente nel 2014, 2013 e 2012). Solo sei Regioni superano la soglia del 95% per la vaccinazione anti-polio, mentre undici sono sotto il 94%. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata