Dalla Germania il paziente zero. Tracciata l'origine a fine gennaio della catena di contagi europei
Dalla Germania il paziente zero. Tracciata l'origine a fine gennaio della catena di contagi europei

L'annuncio in una lettera firmata da un'equipe medica tedesca e pubblicata dal New England Journal of Medicine 

 I contagi da Coronavirus in Europa potrebbero avere avuto origine da un paziente 0 tracciato in Germania. Lo comunica in una lettera pubblicata sull'autorevole giornale scientifico americano The New England Journal of Medicine un'equipe di 5 medici tedeschi. L'uomo di 33 anni, originario di Monaco, avrebbe manifestato sintomi il 24 gennaio scorso e sarebbe poi migliorato solo 3 giorni dopo e tornato al lavoro. Questo paziente il 20 e 21 gennaio aveva partecipato a una conferenza insieme a una collega cinese che però non presentava alcun sintomo. La donna sarebbe poi stata male alcuni giorni dopo e sarebbe risultata positiva al Covid19. La sua azienda avrebbe a quel punto informato i partner tedeschi che a loro volta avrebbero a fine gennaio proceduto a eseguire tamponi su tutti coloro che avevano incrociato la donna. Il 33enne tedesco sarebbe risultato allora positivo sebbene asintomatico. La mappa genetica del coronavirus isolato in vari paesi europei e pubblicata sul sito Netxstrain ricondurrebbe a questo focolaio tedesco come l'origine della catena di contagi che ha colpito l'Italia come la Francia, la Germania e ormai quasi tutti i paesi del continente. Anche se gli studiosi hanno al contempo dimostrato come il virus sia entrato più volte in Europa nelle ultime settimane. 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata