Coronavirus, dentro il laboratorio di Pavia dove si ricerca una cura contro il Covid-19

I ricercatori: "Colpiremo il virus lì dove gli faremo più male"

(LaPresse) "Trovare il punto debole di questo agente e colpirlo lì dove gli farà più male, questo è il ruolo chiave di qualunque laboratorio di ricerca". A dirlo è Fausto Baldanti, Direttore Unità Virologia Molecolare del San Matteo di Pavia. "I punti deboli bisogna cercarli avendo anche una ricerca dello sviluppo degli anticorpi nelle persone che guariscono da queste infezioni questi anticorpi si chiamano neutralizzanti perché sono in grado di neutralizzare il virus cioè di impedirne la crescita. Questo può diventare un farmaco o una terapia per i pazienti malati", aggiunge ancora Baldanti che spiega che attualmente è in fase di studio come questo virus, passando da uomo a uomo, abbia modificato le proprie caratteristiche genetiche.