Decreto conto l'epidemia, Bologna è una città fantasma

Il centro della capoluogo emiliano completamente vuoto

Il centro di Bologna deserto. Il capoluogo emiliano si è svuotato dopo l'ultimo decreto del governo, finora il più restrittivo, per combattere il coronavirus. Mercati e parchi chiusi, giù le saracinesche di negozi e bar; pochissime anche le auto e i bus in circolazione. Controlli della polizia in città.