Coronavirus, Trump dichiara emergenza nazionale negli Stati Uniti
Coronavirus, Trump dichiara emergenza nazionale negli Stati Uniti

Il capo della Casa Bianca: "Subito un finanziamento di 50 miliardi di dollari per la lotta condivisa alla malattia"

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha proclamato l'emergenza nazionale in tutto il territorio degli Stati Uniti a causa della pandemia di Covid-19. "Ora siamo in una fase diversa. Sono parole molto importanti", ha dichiarato il capo della Casa Bianca.

La dichiarazione dello stato di emergenza nazionale negli Usa "apre al finanziamento di 50 miliardi di dollari, che saranno dati agli Stati, territori e località impegnati che nella lotta condivisa alla malattia", ha precisato Trump.

"Abbiamo fatto enormi progressi soprattutto rispetti ad altre parti del mondo che non sono state capaci di affrontare la malattia dall'inizio. L'Europa è stata individuata come hotspot della pandemia dall'Oms. Grazie all'azione collettiva e alla determinazione nazionale supereremo questo problema", ha aggiunto Trump. "Secondo esperti sanitari, con il nostro divieto agli europei di entrare negli Usa e l'auto-isolamento imposto a chi arriva dall'Europa, e grazie alle misure aggressive verso la Cina, abbiamo salvato tante vite".

Ci sarà "mezzo milione di test aggiuntivi a disposizione all'inizio della prossima settimana", "che comporterà probabilmente 1,4 milioni di test la prossima settimana e cinque milioni in un mese. Il nostro massimo obiettivo è fermare la diffusione del virus", ha concluso Trump.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata