Coronavirus, pronte nuove misure per tutti gli italiani
Coronavirus, pronte nuove misure per tutti gli italiani

Niente strette di mano, distanza di due metri tra le persone, Over 65 a casa, eventi sportivi sospesi per un mese. Rinviata Juventus-Milan di Coppa Italia. Allarme dell'Oms: "Mortalità al 3,4%, non è una semplice influenza"

Le misure per contrastare l'epidemia da coronavirus si fanno sempre più stringenti e riguarderanno tutti gli italiani. Il Comitato tecnico scientifico – voluto dal premier Giuseppe Conte – ha presentato una serie di raccomandazioni per integrare il decreto dello scorso 1° marzo; sulla base di queste misure, il governo sta studiando una serie di drastici provvedimenti per limitare la diffusione del contagio sul territorio nazionale.

Tra le nuove regole: evitare abbracci e strette di mano, mantenere la distanza di almeno due metri dalle altre persone, evitare luoghi affollati. Agli Over 65 viene chiesto espressamente di rimanere in casa e di uscire il meno possibile. Si valuta anche la possibilità di sospendere per trenta giorni tutte le manifestazioni, incluse quelle sportive. Gli eventi, quindi, potrebbero essere rinviati o disputati a porte chiuse.

Rinviata a data da destinarsi, intanto, Juventus-Milan, ritorno della semifinale di Coppa Italia che si sarebbe dovuto disputare domani sera allo Stadium di Torino. La decisione della Prefettura del capoluogo piemontese dopo una giornata convulsa. In un primo momento si era deciso il divieto di accesso allo stadio solo per i residenti in Lombardia, Veneto ed Emilia, oltre a chi vive in provincia di Savona e di Pesaro-Urbino. Poi sembrava che il match si sarebbe giocato, ma solo a porte chiuse. Infine l'ordinanza del Prefetto che ha rinviato il match a data da destinarsi.

L'Organizzazione mondiale della sanità lancia l'allarme sul coronavirus. "A livello globale, circa il 3,4% dei casi segnalati di Covid19 è deceduto. In confronto, l'influenza stagionale generalmente è mortale per molto meno dell'1% degli infetti", ha dichiarato il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Questo coronavirus non è Sars, non è Mers e non è influenza. È un virus unico con caratteristiche uniche. Sia il Covid19 e che l'influenza causano malattie respiratorie e si diffondono allo stesso modo, attraverso piccole goccioline di fluidi dal naso e dalla bocca di chi è malato", ha precisato Ghebreyesus, che poi ha aggiunto: "Al di fuori della Cina, 1848 casi di Covid19 sono stati segnalati in 48 paesi. L'80% di questi casi proviene da soli tre Paesi: Corea del Sud, Iran e Italia".

In Italia sono oltre 2500 le persone risultate finora positive al coronavirus. Quasi 80 i morti, mentre sono 160 i pazienti guariti. L'88% dei contagiati risiede in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, ha reso noto il commissario Angelo Borrelli, mentre l'Istituto Superiore di Sanità fa sapere che viene valutato l'allargamento della Zona Rossa anche alla Bergamasca.

Neonata positiva a Bergamo

Una neonata lombarda è risultata positiva al test del coronavirus ed è ricoverata all'ospedale Giovanni XXIII di Bergamo. Lo ha reso noto il commissario straordinario dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro. La piccola, non intubata, era già in un percorso di assistenza post nascita.

Sindaco di Castiglione d'Adda: "Nella Zona Rossa abbiamo bisogno di aiuto"

Il sindaco di Castiglione d'Adda, Costantino Pesatori, lancia l'allarme: "Purtroppo in questo paese stiamo registrando un alto numero di decessi. Nella Zona Rossa abbiamo bisogno di aiuto. Ci sentiamo veramente soli", è l'appello del primo cittadino di Castiglione d'Adda, tra i comuni del Lodigiano colpiti più pesantemente dall'epidemia di coronavirus. "Gli ospedali di Codogno e Casalpusterlengo sono chiusi. Non voglio creare allarmismi, ma chiedo che vengano mandati medici sul posto. Ho anche chiesto di far intervenire i medici dell'Esercito", ha aggiunto Pesatori.

Banca Mondiale stanzia 12 miliardi di dollari

La Banca Mondiale ha deciso di stanziare 12 miliardi di dollari per far fronte all'emergenza coronavirus. Le risorse saranno a disposizione dei Paesi in via di sviluppo. "L'obiettivo è offrire un'azione rapida ed efficace ai Paesi che ne hanno bisogno", annuncia il presidente dell'istituzione internazionale, David Malpass.

Giappone: le Olimpiadi di Tokyo potrebbero essere spostate a fine anno

La ministra per le Olimpiadi giapponese Seiko Hashimoto, rispondendo a un'interrogazione parlamentare, ha affermato che i Giochi di Tokyo 2020, potrebbero essere spostati verso la fine dell'anno. "Stiamo facendo di tutto per assicurare che le Olimpiadi si tengano nelle date previste", ha sottolineato Hashimoto.

Spallanzani: 11 positivi ricoverati, due hanno polmonite

"In questo momento sono ricoverati presso il nostro Istituto 11 casi positivi al nuovo Coronavirus, compresa la coppia cinese ormai negativizzata. L’agente di Polizia di Stato, il cui nucleo familiare continua ad essere sottoposto a sorveglianza sanitaria domiciliare da parte della Asl competente. L’intero nucleo familiare residente a Fiumicino. Sono, inoltre, tutt’ora ricoverati: un giornalista, un giovane allievo Vigile del Fuoco dell’87 Corso, una Donna residente a Fiuggi, una Donna della provincia di Cremona ed infine una Donna di Sassari. Tutti i ricoverati sono in condizioni cliniche che non destano preoccupazioni ad eccezione di due che presentano una polmonite interstiziale bilaterale in terapia antivirale e che necessitano di supporto respiratorio". Così in una nota lo Spallanzani.

Tutti negativi i tamponi della Giunta lombarda

Sono tutti negativi gli esiti dei tamponi per l'accertamento del coronavirus effettuati questa mattina ai componenti della Giunta regionale a seguito della positività riscontrata nella notte per l'assessore Alessandro Mattinzoli". Lo riferisce l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera. "I test sono stati eseguiti - conclude Gallera - in ottemperanza con le procedure previste dai protocolli di Regione Lombardia, condivise con il ministero della Salute e l'Istituto Superiore di sanità per gli operatori pubblici che svolgono funzioni ritenute essenziali".

In Piemonte scuole chiuse fino all'8 marzo

Lezioni sospese fino all'8 marzo in Piemonte: la proroga è stata decisa con una ordinanza firmata dal presidente della Regione, Alberto Cirio, dopo aver sentito il ministero della Salute. Il presidente spiega che, "a fronte della decisione di riapertura delle scuole decisa dal Governo a partire da oggi, la Regione Piemonte aveva ritenuto necessario un percorso più cauto e graduale per il proprio territorio, alla luce della sua posizione di confine e delle interconnessioni con la vicina Lombardia, l'area più colpita dal contagio da coronavirus. Era stata così decisa la sola riapertura degli edifici scolastici oggi e domani per una igienizzazione straordinaria delle aule e degli ambienti comuni, ma anche per avere due giorni in più di tempo per valutare l'evolversi del contagio".

Anche alla Camera controlli temperatura

Si comunica che, dando seguito a quanto previsto dal paragrafo 2.6 della deliberazione del Collegio dei questori del 25 febbraio 2020, presso gli ingressi di palazzo Montecitorio sarà rilevata la temperatura corporea da parte di personale sanitario a tutti coloro che accedono al palazzo medesimo". E' il testo di un sms recapitato ai deputati della Camera tramite il quale si ufficializza a partire da domani l'utilizzo dei termoscanner.

La Commissione Ue presenta il "Corona response team"

Per affrontare l'emergenza coronavirus il governo è pronto a varare una mini-manovra da 3,6 miliardi, puntando forte sull'ok dell'Ue a sforare il patto di Stabilità. E da Palazzo Berlaymont, dopo giorni di 'aperturine', è Paolo Gentiloni a tendere la mano: "Siamo pronti a usare tutte le opzioni possibili", dichiara il commissario all'Economia che si spinge anche oltre, arrivando a dire che è arrivato il momento di utilizzare "ogni strumento politico necessario" per tutelare la crescita. Si tratta di messaggi importanti, che vanno ad aggiungersi ad un annuncio significativo, ovvero la creazione di un 'Corona response team'. La Commissione ha lanciato una task force ad hoc con Gentiloni e altri quattro commissari per valutare le richieste di ogni governo in tempi "non ordinari"

Pompeo a Di Maio: Sostegno Usa all'Italia

"È stato bello oggi sentire il ministro degli Esteri Luigi Di Maio per esprimere il supporto degli Stati Uniti all'Italia, che si trova ad affrontare un numero significativo di casi di coronavirus". È quanto ha twittato il Segretario di Stato americano Mike Pompeo. Nel frattempo il numero di decessi negli Stati Uniti sale a cinque. Il Covid-19 miete altre tre vittime nello Stato di Washington.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata