Coronavirus, Papa: "Preghiamo per carcerati, soffrono incertezza"

L'appello di Bergoglio: "Penso alle loro famiglie"

"Preghiamo oggi per i fratelli e le sorelle che sono in carcere: loro soffrono tanto, per l’incertezza di quello che accadrà dentro il carcere, e anche pensando alle loro famiglie, come stanno, se qualcuno è malato, se manca qualcosa. Siamo vicini ai carcerati, oggi, che soffrono tanto in questo momento di incertezza e di dolore". Lo ha detto Papa Francesco giovedì mattina, prima della messa a Casa Santa Marta trasmessa in streaming.