Napoli, onoranze funebri in affanno: "Siamo senza protezioni né direttive"

 "Vogliamo avere delle informazioni basilari, vorremmo essere trattati come i medici e gli infermieri, con i necessari presidi sanitari, per tutelare le nostre vite e quelle dei nostri cari. Una Bergamo del Sud non ce la possiamo consentire". Sono queste le parole di Gennaro Tammaro, tra i titolare di un'impresa funebre di Napoli e rappresentante EFI (Eccellenza Funeraria Italiana), rivolte alle amministrazioni "Manca un decalogo di come dobbiamo comportarci - aggiunge Gennaro - e affrontare l'emergenza, non sappiamo come trattare un deceduto per COVID-19. La categoria è in forte affanno".