Lombardia, allarme del presidente Fontana: 'Siamo allo stremo'

 Si aggrava sempre più la situazione in Lombardia, messa in ginocchio dalla pandemia di coronavirus. "Purtroppo i numeri continuano ad aumentare, è sempre peggio. Siamo vicini al momento in cui non avremo più letti in rianimazione", è il giro di allarme lanciato dal presidente Attilio Fontana. Al momento i posti disponibili nei reparti di terapia intensiva negli ospedali lombardi sono solo 15. “Mancano i respiratori. Se li trovassimo, poi avremmo già un progetto per la realizzazione di un ospedale in due capannoni della Fiera di Milano”, ha aggiunto il governatore lombardo, che alla fine ha spento le polemiche con la Protezione Civile incitando tutti a lottare insieme.