Coronavirus, la paura dei tassisti napoletani: "Tutto fermo, è crisi totale"

Le auto bianche tra timore del contagio e lavoro azzerato

La pandemia di coronavirus 'ferma' i taxi a Napoli: in realtà le auto bianche funzionano ma è praticamente nullo il lavoro. "Una crisi totale" confermano i tassisti che continuano il loro servizio, ma contano sulle dita di una mano i clienti giornalieri. La paura del contagio si unisce anche a quella della sopravvivenza economica delle famiglie, tra mutui, tasse, rate e un lavoro che non c'è più.