Coronavirus, l'arrivo dei 38 medici cubani all'aeroporto di Torino Caselle

Si tratta di 21 medici e 16 infermieri accompagnati dal loro coordinatore logistico

Trentotto operatori sanitari da Cuba per sostenere il Piemonte durante l'emergenza coronavirus. Sono atterrati all'aeroporto di Torino 21 medici e 16 infermieri della Brigada Henry Reeve, accompagnati dal loro coordinatore logistico, che resteranno in regione fino a quando sarà necessario. Ad accoglierli il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, il vicepresidente, Fabio Carosso, e l'assessore all'Internazionalizzazione, Fabrizio Ricca. Tra gli operatori sanitari in arrivo da Cuba ci sono epidemiologi, anestesisti, rianimatori, medici di medicina generale e infermieri specializzati in terapia intensiva. La squadra opererà nella nuova area sanitaria temporanea in fase di allestimento alle Ogr di Torino. Il trasferimento del personale sanitario è stato finanziato dalla famiglia Lavazza e la Fondazione Specchio dei tempi.