Coronavirus, in vigore il decreto "Cura Italia": ecco tutte le norme
Coronavirus, in vigore il decreto "Cura Italia": ecco tutte le norme

Ieri la bollinatura della Ragioneria di Stato e la firma del Capo dello Stato prima della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

 Il decreto legge 'Cura Italia' per contrastare l'emergenza Coronavirus è in vigore: ieri sera è stato bollinato dalla Ragioneria generale dello Stato e, subito dopo la firma del presidente della Repubblica, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Intanto in mattinata la ministra dei Trasporti Paola De Micheli in un'intervista ha aperto a un prolungamento delle misure di lockdown: "Non so se le misure andranno oltre il 3 aprile. Valuteremo sulla base dei numeri e degli eventi. Non lo escludo, vedremo nei prossimi giorni".

Vediamo nello specifico cosa prevede il maxi decreto che abbraccia un ampio spettro di provvedimenti: bonus per i lavoratori autonomi, stagionali e partite Iva, ma anche per chi a marzo va in ufficio nonostante l'emergenza Coronavirus. Stop a mutui e tasse, credito di imposta per gli affitti dei commercianti e per la sanificazione degli uffici. E ancora congedi fino a 15 giorni per mamma e papà e bonus babysitter. Ecco le principali novità del testo approvato dal Consiglio dei ministri.

FONDI PER LA SANITA'  Dei 25 miliardi stanziati, 3,5 vanno al potenziamento della sanità e della protezione civile per far fronte all'emergenza.

BONUS P.IVA E AUTONOMI Ai professionisti titolari di partita Iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa viene riconosciuto un bonus di 600 euro. La stessa cifrava ai lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni CDCM, Artigiani, Commercianti; agli stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali; agli operai agricoli a tempo determinato; ai lavoratori dello spettacolo.

LAVORO Tra gli interventi per lavoratori e famiglie - 10 miliardi in tutto - ammortizzatori sociali come il Fondo di integrazione salariale (+1,3 mld) e la cassa in deroga, con uno stanziamento di 3,3 miliardi di euro.

LICENZIAMENTI Sospese le procedure in corso avviate dopo il 23 febbraio e stop ai licenziamenti per sessanta giorni.

BONUS 'RESTO IN UFFICIO' Ai lavoratori dipendenti che continueranno a lavorare nelle loro sedi di lavoro verrà riconosciuto un 'bonus' di 100 euro per il mese di marzo, sotto forma di riduzione del cuneo fiscale.

CONGEDI PER MAMMA E PAPA' Quindici giorni di congedo - anche frazionati - per i figli di età non superiore ai 12 anni, ai genitori lavoratori dipendenti, con un'indennità pari al 50% della retribuzione.

BONUS BABY SITTER In alternativa al congedo parentale arriva il bonus baby sitter da 600 euro, con 1,2 miliardi di stanziamento. Per i lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, medici, infermieri, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica e degli operatori sociosanitari, nonché dipendenti dalla Polizia di Stato, il bonus sale a mille euro.

PERMESSI 104 Ampliata la possibilità di usufruire del permesso della legge 104 che passerà da 3 a 12 giorni cumulativi utilizzabili tra marzo e aprile con uno stanziamento di 500 milioni di euro. I genitori con figli disabili hanno la priorità nella richiesta dello smart working.

QUARANTENA Il periodo di quarantena - con sorveglianza attiva, o in isolamento fiduciario - è equiparato alla mutua.

ALITALIA Via libera alla newco interamente controllata dal Ministero dell'economia e delle Finanze, o da una società a prevalente partecipazione pubblica anche indiretta, per Alitalia. E' istituito un fondo con una dotazione di 600 milioni di euro per l'anno 2020.

STOP PROCESSI Le udienze dei procedimenti civili e penali pendenti presso tutti gli uffici giudiziari sono rinviate d'ufficio a data successiva al 15 aprile, e viene sospeso il decorso dei termini per il compimento di qualsiasi atto dei procedimenti civili e penali.

MUTUI Stop a rate di prestiti e mutui con garanzie pubbliche che possono consentire al sistema bancario di sospendere rate ed estendere finanziamenti.

STOP TRIBUTI Stop ai versamenti per tributi e contributi. C'è una sospensione della rata dovuta oggi, che viene differita al 31 maggio, per tutti, fino al tetto di fatturato di 2 miliardi.

CONTRIBUTI COLF Slittano a giugno, senza aggravi, i contributi per colf e badanti previsti fino al 31 Maggio.

SCUOLE Arrivano 85 milioni per dotarsi di piattaforme e di strumenti digitali uper l'apprendimento a distanza. . Oltre 40 milioni consentiranno di dotarsi di materiali per la pulizia straordinaria dei locali, e di dispositivi di protezione e igiene personali, per personale e studenti.

NEGOZI Credito di imposta al 60% dell'affitto di marzo per aiutare i negozianti.

SANIFICAZIONE UFFICI Credito di imposta al 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro, fino ad un massimo di 20mila euro.

AGROALIMENTARE Fondo da 100 milioni a sostegno delle imprese agricole, e per l’arresto temporaneo dell’attività di pesca.

Uno stanziamento di 100 milioni di euro per favorire l’accesso al credito delle imprese agricole e della pesca. Aumento dal 50% al 70% degli anticipi dei contributi PAC a favore degli agricoltori, valore complessivo oltre un miliardo di euro.

SPETTACOLO E CINEM. Nasce il fondo emergenze spettacolo dal vivo, cinema e audiovisivo, 130 milioni di euro per il 2020 per il sostegno degli operatori, autori, artisti, interpreti ed esecutori colpiti dalle misure adottate per l'emergenza.

VOUCHER MUSEI I rimborsi con voucher già previsti per viaggi e pacchetti turistici annullati a seguito dell'emergenza Covid-19 vengono estesi anche ai biglietti per spettacoli, cinema, teatri, musei e altri luoghi della cultura, nonché ad alberghi e altre strutture ricettive.
 Realizzazione di una campagna straordinaria di promozione dell'Italia nel mondo anche con finalità turistiche e culturali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata